Cambio casa con mutuo in corso: gli accorgimenti necessari e consigliati

Cambio casa mutuo in corso

Avevate individuato la casa dei vostri sogni e avete deciso di acquistarla accendendo un mutuo. Ma adesso avete la necessità o avete semplicemente deciso di cambiare casa con il mutuo ancora in corso: come comportarsi e che cosa fare? Dato che il mutuo è generalmente un finanziamento a medio lungo termine (anche fino a 30 anni) come riuscire ad effettuare il cambio casa mutuo in corso? Le opzioni in realtà sono due. È possibile estinguere il mutuo e successivamente accenderne un altro oppure riuscire a trasferire il mutuo da un immobile a un altro tramite il mutuo cambio casa. La seconda opzione certamente è la meno dispendiosa anche se al momento del cambio sarà necessario valutare con cura il mutuo migliore che rispecchi le nostre esigenze.

Cambio casa con mutuo in corso, le opzioni

Se avete acquistato casa accendendo un mutuo, ma poi decidete di voler cambiare casa, allora avrete davanti a voi due opzioni.

Potreste:

  • Cambiare casa estinguendo il mutuo precedente e poi accendendone un altro
  • Trasferire il mutuo da una casa all’altra

Cambiare casa estinguendo il precedente mutuo e poi accendendo un secondo, ovviamente rappresenta la scelta più dispendiosa. Estinguere il vecchio mutuo per accenderne un altro è sicuramente l’opzione più dispendiosa, ma non sempre fattibile. Sarebbe infatti necessario disporre del contante necessari per poter estinguere il mutuo in corso e anche solo parzialmente mettendo in conto anche le diverse voci di costo come ad esempio le penali di estinzione anticipata del mutuo o il costo delle pratiche di chiusura senza dimenticare le spese delle pratiche di apertura per il finanziamento. La scelta meno dispendiosa e naturalmente più vantaggiosa è invece l’opzione di trasferimento del mutuo da una casa all’altra (come scegliere il mutuo migliore).

Il trasferimento del mutuo da una casa all’altra

Si tratta certamente dell’opzione non solo più veloce, ma anche decisamente più conveniente: richiede però la cosiddetta sostituzione di garanzia che deve essere effettuata dal notaio, impegnato anche delle formalità burocratiche e legali legate all’ipoteca. Tutto il costo del trasferimento andrà a ricadere ovviamente sul debitore principale. Il precedente mutuo in pratica non viene estinto, ma semplicemente spostato e a cambiare sarà semplicemente l’immobile che funge da ipoteca. Nonostante potrebbe essere necessario diverso tempo prima di poter chiudere il precedente mutuo e aprirne uno nuovo, è anche vero che in questo modo il mutuatario continua a usufruire delle consuete agevolazioni relative l’acquisto della prima casa e consente che il richiedente non sia costretto a svendere l’immobile di sua proprietà.

Mutuo cambio casa, le caratteristiche

Il mutuo cambio casa consente in pratica di poter effettuare il cambio casa con mutuo in corso: questo significa di poter effettuare l’acquisto di un nuovo immobile e prima di avere venduto l’immobile con il mutuo in corso. Può essere richiesto dai consumatori, persone fisiche che agiscono per motivi strettamente personali e che risultano pertanto estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale. Vediamo le caratteristiche del mutuo cambio casa:

  • Finanziamento fino al 100%: è volto all’acquisto dell’immobile che dovrà avere un valore non superiore ai 300.000 €
  • Piano di ammortamento: potrà andare dai 5 ai 30 anni per poter effettuare l’acquisto della prima e della seconda casa, con l’aggiunta di un periodo di pre-ammortamento che può avere una durata massima di 18 mesi
  • Tasso Variabile: il tasso viene proposto con parametro Euribor 365 a 3 mesi e viene maggiorato dello spread commerciale che è stato previsto dal contratto
  • Modalità di erogazione: in genere è sempre concettuale alla stipula e, comunque e in ogni caso va a rispettare i tempi indicati dalle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai Consumatori
  • Garanzia: la garanzia di iscrizione ipotecaria di primo grado è pari al 150% dell’importo del mutuo
  • Commissioni: sono tutte quelle voci di costo bancarie ed extra-bancarie come indicato anche dalle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare
  • Modalità di rimborso: viene effettuata tramite addebito automatico in conto corrente con la periodicità delle rate mensile.

Il mutuo cambio casa è un prodotto relativamente recente che consone di mantenere inalterate le condizioni contrattuali del mutuo originario. È anche possibile però chiedere alla banca la rinegoziazione del mutuo oppure mettersi alla ricerca di un nuovo mutuo, ma solo dopo che il trasferimento sia stato effettuato. In questo caso di parla di surroga mutuo.

Mutuo cambio casa, i vantaggi

Chiedere il trasferimento del mutuo da un immobile all’altro comporta anche una serie di vantaggi per il mutuatario. Vediamo quali. Nel corso del periodo di pre-ammortamento (il lasso di tempo necessario per poter vendere la propria casa) il mutuatario andrà a pagare solo gli interessi. Una volta conclusa la vendita, ed aver gestito una parte del mutuo erogato dalla banca, il piano di ammortamento sarà poi ricalcolato con la rata completa composta della quota capitale + quota interessi in base al piano di rientro concordato (da 5 a 30 anni) richiesti (da un minimo di 5 a un massimo di 30)

  • Viene confermata l’applicazione del limite minimo di tasso con l’applicazione dello spread previsto come da contratto
  • Per effettuare la vendita dell’immobile è anche possibile conferire un mandato ad una agenzia di intermediazione immobiliare o a terzi
  • È anche possibile poter usufruire delle agevolazioni fiscali per la prima casa, vendendo la vecchia abitazione entro 12 mesi.

Mutuo cambio casa, requisiti e quanto è facile ottenerlo

Cambiare casa con mutuo in corso con il trasferimento del mutuo non è difficile, ma ovviamente tutto dipende dall’istituto di credito. Non tutti gli istituti di credito infatti hanno al momento i moduli necessari per il trasferimento del mutuo da un immobile all’altro.

Ma quali sono i requisiti richiesti (requisiti per il mutuo prima casa) per il mutuo cambio casa? Eccoli:

  • Requisiti legali: è necessario essere cittadini italiani residenti in Italia, o cittadini di Stati membri della Comunità Europea, oppure cittadini extra Comunitari ma con regolare residenza in Italia. È necessario avere 18 anni per effettuare la richiesta e rispettare un limite di anzianità massima previsto dalla banca in base alla diversa finanziamento richiesto
  • Requisiti economici: per ottenere il mutuo per l’immobile, il mutuatario dovrà anche fornire la garanzia istruttoria dimostrando di essere economicamente in grado di restituire il mutuo richiesto. Verrà anche effettuata però una valutazione personale del richiedente stesso.

Articoli simili: