Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Uscire dalla crisi alberghiera? Aprire gli hotel a impieghi privati

Come noto, e come diverse volte abbiamo avuto modo di discutere su queste pagine, la pandemia determinata dal nuovo coronavirus ha impattato duramente sul settore immobiliare e, al suo interno, sul comparto turistico – alberghiero. Le misure di distanziamento sociale che sono state approvate all’inizio dello scorso mese di marzo, e che solo recentemente sono state allentate, hanno di fatti bloccato viaggi e soggiorni in tutta Italia, all’interno di hotel e altre strutture ricettive.

Il risultato è stato che un settore che fino a quel momento sembrava poter contare su una crescente domanda, è stato paralizzato in maniera radicale, aprendo dubbi enormi sulla prossima ripresa futura. Ma come uscire da questa condizione?

In uno scenario in cui, messo in archivio il picco della crisi sanitaria, è lecito immaginare che ci sarà un lento ritorno alla normalità per quanto attiene i flussi turistici nazionali e internazionali, non mancano le iniziative degne di nota. Una di queste è quella lanciata da Stay Investment, che in una recente nota ha introdotto la propria ipotesi di intervento sottolineando come “il rischio è che le attuali iniziative sotto forma di garanzie statali e agevolazioni per l’ottenimento di nuovi prestiti bancari aggravino la situazione patrimoniale degli alberghi, con nuovi debiti da rimborsare in una condizione di marginalità e flussi sempre più contenuti – afferma Stefano Terlizzi, fondatore e CEO di Stay Investment – Meglio sarebbe, invece, fronteggiare la crisi con una nuova iniezione di mezzi propri, che possa permettere alle aziende del settore di ricapitalizzarsi e rafforzare la propria struttura patrimoniale”.

Considerando poi che non certo tutti i proprietari di hotel sono in grado di stanziare risorse personali sul proprio progetto di impresa, la stessa società ha ben pensato di ideare e lanciare Hotel Restart Program, un progetto vuole favorire l’apertura del capitale societario degli alberghi a investitori esterni, sia professionali, sia imprenditori, individui o famiglie che dispongono di un elevato patrimonio e che desiderano investire sul rilancio del turismo in Italia investendo una parte del proprio capitale.

“Aderendo all’Hotel Restart Program, l’investitore, che definiamo Hotel Angel, può partecipare attivamente a un programma di solidarietà nazionale nei confronti degli imprenditori più colpiti dalla crisi, contribuendo al rilancio del settore turistico – aggiunge Michele Bornello, fondatore e PM di Stay Investment – Per l’investitore, oltre al ritorno finanziario, vi sarà anche l’opportunità di sostenere un imprenditore di propria scelta nella fase di ripresa, ampliando la propria rete di relazioni”.

Per partecipare al programma è sufficiente accedere al sito stayinvestment.it/diventa-un-hotel-angel e compilare il form con i propri dati. I primi risultati ottenuti sono più che incoraggianti, a dimostrazione del grande interesse che ruota intorno a questo settore, e a iniziative come queste.

alberghi

Airbnb sempre piĆ¹ coinvolta nell'immobiliare a breve termine

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito