Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Fondi immobiliari: quali sono i vantaggi

I fondi immobiliari sono strumenti finanziari introdotti in Italia nel 1994. Il loro vantaggio più evidente è che sono in grado di offrire una certa stabilità dei portafogli finanziari grazie all’assenza di stretta correlazione con i mercati finanziari. Ricorrere ad un fondo immobiliare permette a chi non dispone di cifre sufficienti per investire sul mercato del mattone, di partecipare in quota proporzionale ad investimenti superiori alle proprie possibilità individuali. Si tratta di investimenti di tipo conservativo considerati quindi a basso rischio. La caratteristica principale dei fondi immobiliari è la capacità di trasformare gli investimenti di natura immobiliare, che solitamente per le compravendite richiedono tempi lunghi, in attività di tipo finanziario (attraverso l’acquisto di quote) che permettono perciò di generare liquidità senza che l'investitore debba acquistare direttamente un immobile. I fondi immobiliari moderni sono riservati e dedicati offrono la possibilità di partecipazione non solo attraverso l’acquisto di quote ma anche attraverso il conferimento di immobili di proprietà per i quali risulta difficile concludere le operazioni di vendita. Attraverso questi investimenti di tipo passivo chi investe viene tutelato nei confronti della scarsa liquidità tipica degli immobili. Ulteriore incentivo all’istituzione di fondi immobiliari dedicati e riservati, è la possibilità di cartolarizzare ovvero di acquistare a forte sconto immobili mediante una strategia nuova delle aste. Investire nel  mercato immobiliare è sicuramente un modo per guadagnare denaro, bisogna però essere preparati e saper investire nel modo giusto.
fondi immobiliari

Mercato immobiliare 2010: gli italiani vogliono investire


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito