Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Home staging, consigli per migliorare la tua cucina

L'home staging è… un'arte. Dunque, non c’è un metodo univoco per farla, ma solamente tanta creatività e la capacità di adattarsi ai contesti nei quali si opera, cercando di riversare passione e cura nella “messa in scena” della casa da vendere. Ma come fare un po’ di home staging efficace in cucina?

La pulizia è tutto

Prima di mettere in vendita la casa, è innanzitutto opportuno pulire attentamente questo ambiente. Strofina le superfici, aspira la polvere dagli angoli, lucida gli apparecchi cromati, spolvera i ventilatori a soffitto o i lampadari, sostituisci le lampadine bruciate, e così via.

Se in genere hai l’abitudine di cucinare pasti che lasciano un odore persistente, prendi in considerazione la possibilità di cenare fuori o di portare il cibo a casa da asporto mentre la tua casa è sul mercato. Non vuoi certamente che un acquirente entri in casa, annusi l'aria e si faccia una cattiva idea.

Per le stesse ragioni, non lasciare mai piatti sporchi nel lavandino o in lavastoviglie. Gli acquirenti hanno l’abitudine di aprire sportelli e lavastoviglie. Pulisci tutti gli armadietti, dentro e fuori. Lucida le superfici dure, se usurate o datate, e considera la sostituzione delle maniglie.

Dai un po’ di ordine

Quindi, una volta che hai pulito tutto, cerca di dare un po’ di ordine. Per esempio, gira tutti i manici delle tazze di caffè rivolti nella stessa direzione: gli acquirenti lo noteranno e penseranno che sei meticoloso… anche per il resto della casa.

Sbarazzati di magneti, foto o note affisse in frigorifero. Non lasciare niente sui banconi se non un libro di cucina, frutta o oggetti decorativi. Cerca insomma di non rendere troppo personale la tua cucina, perché al nuovo acquirente non interessa vedere le tue foto o quelle dei tuoi figli. Quel che invece vuole è cercare di immaginarsi nel suo nuovo locale.

La messa in scena

Una volta che hai pulito e riordinato l’ambiente della cucina, giunge il momento di creare una messa in sena. Per esempio, con un tavolino e due sedie, la zona pranzo può prendere vita, lasciando intendere al visitatore quale sia l'uso di questo spazio.

Ancora, puoi collocare un tappeto sotto il tavolo, per definire l'area e farla apparire separata, anche se ancora parte del resto della cucina. Metti libri nella libreria (se presente) in maniera tale da mettere in mostra lo scopo, anche se questi oggetti non dovrebbero affollare eccessivamente lo scaffale.

Disponi le piante sul bancone, sul tavolo e dietro la sedia, al fine di dare calore all'area, e appendi opere d'arte alla parete per conferire una sensazione di familiarità. Ricorda che uno stager spesso utilizza colori tenui in tinta “terra” per completare, ad esempio, i banchi di granito e la piastrella di travertino, rendendo lo stile un po’ più moderno.

Qualche consiglio

Chiudiamo con qualche consiglio finale. Tieni ad esempio a mente che tavoli più piccoli fanno apparire più grandi gli spazi della cucina abitabile, e che se la zona pranzo è spaziosa, puoi apparecchiare la tavola per una colazione intima per due persone.

Utilizza in ogni caso il colore con parsimonia in cucina e completa gli schemi di colore esistenti. Introduci qualche pianta per ravvivare lo spazio, posiziona in maniera creativa tappeti e opere d'arte per aggiunge profondità e dimensione al tuo ambiente, utilizza un supporto per contenere un libro di cucina aperto di fotografie colorate. Non bloccare le finestre con tende pesanti, ma lascia sempre entrare la luce. Considera anche l'idea di mettere grandi ciotole di frutta lucida sul bancone, accanto all'olio d'oliva o a una bottiglia piena di vino rosso.

Insomma, qualche piccola accortezza come questa può fare davvero tanto per contribuire a vendere più celermente il tuo appartamento. Tienilo a mente!

cucina

Home staging, 3 consigli che i professionisti non vi hanno mai svelato

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito