Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

La centrale solare di Parigi

La centrale solare Halle Pajol di Parigi è un grandissimo progetto dell’architetto Françoise – Hélène Jourda.

Si tratta, infatti, di uno dei maggiori edifici della città a produrre energia rinnovabile tutt’attorno.

Da dove nasce questa opera di architettura?

Dal vecchio deposito del XIX secolo delle ferrovie francesi Halle Pajol. Un vecchissimo telaio metallico è stato trasformato dall’architetto nell’involucro protettivo esterno dell’edificio, che contiene i volumi di legno della nuova struttura. Questo materiale ha consentito anche agli interni della struttura, di essere completamente isolati a livello termico e acustico.

L’interessante progetto prevede inoltre un parco interno di circa 8.000 mq che, oltre ad avere al suo interno un’ampia scelta di biodiversità, può essere utilizzato in parte dai cittadini per la coltivazione di ortaggi, fiori e piante. Il sistema di irrigazione è stato realizzato dall’architetto in modo esclusivo per raccogliere l’acqua piovana e andare ad attrezzare i consumi idrici della struttura.

Stiamo parlando sempre di una centrale solare, dunque non mancano i pannelli solari. Questi sono in grado di produrre circa 4.000 kWh di energia l’anno. Il tetto dell’edificio ne accoglie bel 2.000 per 3.500 mq di superficie orientati a sud ed inclinati di 30°, grazie alla copertura dentata a “Shad”.

L’energia che viene prodotta, non è solo sufficiente per soddisfare quanto necessario per l’edificio. Se, infatti, viene prodotta in eccesso, sarà rivenduta alla società di servizi Electricité de France, andando a ripagare una parte degli 1,6 mln di euro del costo di progetto.

L'energia pulita è molto importante, per questomotivo è necessario utilizzarla al meglio.

La centrale solare di Parigi

L’edificio che ricicla gli oli di scarico


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito