Legge di stabilità 2014: proroga e detrazioni fiscali

Legge di stabilità

Una delle maggiori novità della legge di stabilità 2014 è rappresentata dalla proroga a tutto il 2014 delle detrazioni fiscali al 65% per le riqualificazioni energetiche degli edifici e per gli interventi antisismici e al 50% per le ristrutturazioni semplici, e poi graduale riduzione delle aliquote.

Per le detrazioni del 65%, la proroga prevede il prolungamento fino al 30 giugno 2015 del bonus per i condomini (interventi a singole unità o all’intero condominio). Nel 2015, invece, l'aliquota dell'ecobonus si abbasserà dal 65% al 50%, e per i condomini l'aliquota ridotta al 50% si prolunga alle spese sostenute fino al 30 giugno 2016.

La proroga coinvolge anche la nuova detrazione Irpef e Ires al 65% per gli interventi antisismici sull'abitazione principale o sulle costruzioni adibite alle attività produttive. Nel 2015 il bonus passerà al 50%.

Per le ristrutturazioni edilizie, la detrazione al 50% è prorogata, ma nel 2015 scenderà al 40% e nel 2016 al 36%.

A partire dal 2016 resterà solo il bonus al 36% sulle ristrutturazioni, con tetto di spesa che torna a 48mila euro per unità immobiliare.

Circa la compravendita di abitazioni facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati, ci sono dei forti dubbi sulla proroga al 31 dicembre 2014 della detrazione 50%. La conferma del maxi-bonus fino a tutto il 2014 è stabilita “ferme restando le ulteriori disposizioni contenute nell'articolo 16-bis”. Quindi, solamente l'Agenzia delle Entrate potrà prorogare il bonus 50% anche all'anno 2014; in assenza di conferma, a partire dal 2014 la detrazione passerà dal 50% al 36% per l'acquisto di case facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati.

Anche il bonus mobili e dunque la detrazione del 50%, sarà prorogata per tutto il 2014.

Se dovete fare dei lavori non aspettate oltre anche perchè gli incentivi non potrebbero esserci negli anni successivi.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: