Mutuo cittadini stranieri: informazioni generali e come richiederlo

mutuo cittadini stranieri

In Italia continua a crescere la quota di stranieri che sceglie di recarsi in banca per poter acquistare un mutuo cittadini stranieri per la casa. Non solo: curiosamente, la statistica legata ai tempi medi di erogazione di un finanziamento, condotta da Facile.it e Mutui.it, ha segnalato che l’ottenimento di un mutuo cittadini stranieri impiegherebbe meno tempo rispetto all’iter istruttorio che riguarda un cittadino italiano (probabilmente anche a causa dei più elevati importi medi che gli italiani che si indebitano hanno l’abitudine di domandare, rispetto ai cittadini stranieri).

Di fatti, l’osservazione compiuta rileva che se per un italiano i tempi medi per poter concludere un acquisto con un mutuo prima casa sono pari a 134 giorni, il valore si abbassa a 117 giorni se chi richiede il mutuo ha nazionalità di uno Stato europeo non aderente all’area della moneta unica o non facente parte all’Unione Europea, e a 104 giorni se invece la nazionalità è extra europea.

Come anticipato, le motivazioni che generano una simile divergenza sono notevoli e ben condivisibili. Oltre al fatto che le cifre richieste sono differenti (in media un italiano si indebita per 130 mila euro, un europeo non comunitario per 107 mila euro e un extra europeo per 102 mila euro) è altresì facilmente sperimentabile che – sottolinea Facile.it – il dato deve essere valutato alla luce delle differenze culturali, considerato che “un cittadino straniero che sceglie di acquistare casa in Italia tenderà a rivolgersi all’Istituto di credito solo dopo aver effettivamente individuato l’immobile e questo, come abbiamo visto, riduce notevolmente i tempi”.

Commenta le analisi suddette anche Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it, secondo cui come avvenuto negli anni precedenti alla crisi economica del 2007 “la ripresa del mercato passa anche dall’acquisto di immobili da parte di cittadini stranieri. I loro acquisti consentono un miglioramento abitativo ai precedenti proprietari e ciò innesca un meccanismo positivo di cui tutti beneficiano. Sarà curioso vedere, fra qualche tempo, se l’effetto della Brexit spingerà i sudditi della Regina Elisabetta ad acquistare casa all’estero, magari in Italia, nazione dove storicamente amano investire”.

Come ottenere un Mutuo cittadini stranieri

Che sia comunitario o extracomunitario è poco conto, le banche italiane concedono il mutuo immobiliare a cittadini stranieri molto più difficilmente, avendo dei criteri di valutazione molto più restrittivi rispetto ad un italiano, anzi in realtà il loro parametro di valutazione è solo uno: la ricchezza dello stato di provenienza. Più è ricco il tuo Paese di origine più avrai possibilità di ottenerlo, viceversa se provieni da un paese povero sarà difficile per la banca fidarsi di te ed erogare il mutuo.

Sicuramente sono tanti i fattori che influenzano l'esito della richiesta di mutuo. Innanzi tutto la maggior parte degli extracomunitari vengono in Italia perchè non hanno una sicurezza economica nel loro paese e provengono da una famiglia povera, per questo motivo per loro sarà difficile approvare il mutuo cittadini stranieri.

Un'altro fattore importante è il ricongiungimento familiare: infatti se lo straniero ha la famiglia nel suo paese d'origine, nella maggior parte dei casi sarà lui a provvedere al loro sostentamento. Viceversa se la sua famiglia sarà in Italia con lui dimostrerà di non voler andar via e consolidarsi nel nostro paese.

La soluzione più semplice per ottenere un mutuo per cittadini stranieri è quello di avere un garante italiano a prestare la propria fideiussione.

Solitamente è proprio il datore di lavoro, che apprezzando la serietà del proprio dipendente straniero, decide di aiutarlo fattivamente prestando la propria garanzia per l'ottenimento del mutuo. Il fatto che si tratti di colui che paga lo stipendio rappresenta una splendida certezza per l'istituto di credito, visto che le ricadute di un licenziamento colpirebbero direttamente gli interessi del garante, che sarà pertanto scoraggiato dal lasciare senza lavoro il proprio dipendente.

Oltrettutto le tempistiche di permanenza in Italia sono molto importanti, se lo straniero è in Italia da meno di tre anni sarà quasi impossibile per lui ottenere un mutuo straniero, così come sarà inutile un garante della sua stessa nazione.

Se lo straniero si è integrato nella comunità italiana, è qui con la sua famiglia e frequentano scuola e lavoro da più di tre anni, allora avrà più o meno le stesse possibilità di accedere ad un mutuo casa di un italiano.

Articoli simili: