Quanti stili di arredamento esistono? Ecco l'elenco completo.

Quanti Stili Di Arre...

I mobili sono stati reinventati e reimmaginati nel corso della storia tanto quanto l'umanità stessa. Versioni primitive di tavoli, sedie e persino divani risalgono al Neolitico e all'antico Egitto. Ma gli arredi di queste epoche lontane somigliano poco a quello che conosciamo oggi a causa di quanto si sono evoluti i nostri gusti. Ecco come secoli di adattamenti hanno portato agli stili moderni che attualmente riempiono le nostre case.
 

Stili di mobili antichi

I primi umani non erano così diversi da noi, almeno per quanto riguarda i mobili che avevano nelle loro case. Mentre i primi tavoli e sedie non erano altro che alcune rocce accatastate l'una sull'altra, questi arredi sono rapidamente maturati in oggetti che oggi non sembrerebbero completamente fuori posto.
 

Egiziano

Grazie agli sforzi di conservazione degli antichi egizi, sappiamo molto sui loro gusti in fatto di mobili. Gli oggetti dissotterrati includono sedie, tavoli, letti e persino divani, anche se sono molto lontani dai comodi divani che abbiamo oggi, e la maggior parte degli apparecchi presentava legno scuro, linee rigide, elementi scultorei e molti accenti e finiture dorate. Questi arredi appartenevano in gran parte alla classe dirigente, mentre l'egiziano medio aveva solo un paio di oggetti al massimo e con molti meno svolazzi.

 
Greco

Mentre nell'antica Grecia esistevano tavoli e sedie da pranzo standard, molti preferivano invece sdraiarsi sulle chaise longue mentre mangiavano. Nel complesso, i loro arredi presentavano molte rifiniture in legno scuro e chiaro, nonché molti elementi in paglia e tessuti. Sebbene i loro elementi di design rispecchiassero le linee dritte e rigide dei mobili egiziani all'inizio, le curve e gli ornamenti fluidi sono diventati più comunemente usati mentre sviluppavano il proprio stile.
 

Cinese

Gli antichi cinesi furono i primi a inventare mobili per sedersi direttamente sul pavimento, noti anche come tappetini. Hanno anche sviluppato tavoli lunghi e stretti specificamente progettati per contenere strumenti, spesso chiamati tavoli d'altare. Oltre a questo, facevano affidamento sul bambù e su uno stile di lavorazione del legno con telaio e pannello. Poco altro si sa sugli elementi di design di questi primi oggetti.
 

Stili d'arredo Medievali

Gli arredi dell'epoca erano molto caratteristici e presentavano molto legno scuro, abbellimenti elaborati e forme voluminose. Questo fu un periodo di difficoltà e necessità; la maggior parte delle persone possedeva solo gli oggetti più rudimentali, come sedie, sgabelli, panche e occasionalmente un baule primitivo. Durante la parte successiva di questo periodo, iniziarono a comparire una varietà di nuovi tipi di infissi, come armadi e scrivanie.
 

Rinascimentale

Questo fu un periodo di rinascita sia per l'arte che per l'arredamento. In Italia, dove iniziò il Rinascimento, e nel Nord Europa, gli oggetti scuri e austeri furono scartati a favore di disegni opulenti, colorati e dorati. Sempre più artigiani hanno tratto ispirazione dal mondo in generale, incorporando elementi della natura in oggetti sia scolpiti che dipinti. Questo è anche il momento in cui i mobili imbottiti hanno cominciato a farsi vedere.
 

Mobili del XVII secolo

Questo periodo inaugurò una nuova era lo stile d'arredo. Per una delle prime volte, la società ha visto svilupparsi più stili contemporaneamente
giacobino
Dopo la stravaganza del Rinascimento, questa era del design di mobili britannico ha optato per un approccio più tranquillo e meno sontuoso. Le gambe del tavolo sono diventate più strette e dritte piuttosto che a spirale. E gli arredi in genere erano più vicini al suolo e più rettangolari. Sono stati usati meno colori e gli ornamenti sono stati notevolmente attenuati.
 

Barocco

Questo periodo del design di mobili è più noto per i suoi ornamenti estremamente elaborati, i colori scuri e sgargianti e i toni ombrosi. I piedini del piedistallo erano comuni sulla maggior parte dei tavoli, degli armadietti, degli armadi e di altri mobili alti. Le rotte commerciali tra l'Europa e l'Asia hanno anche permesso di incorporare una serie di materiali, come l'ebano e il mogano di legni tropicali.

 
Mobili del XVIII secolo

Gli arredi del XVIII secolo incorporavano influenze dalle rivoluzioni artistiche in corso e dall'esplorazione del nuovo mondo per inaugurare una nuova entusiasmante era del design.
 

Rococò

Proprio come l'arte sognante e fotorealistica di questo periodo, i mobili erano pieni di elementi di design complicati e decorati. Gli arredi erano molto opulenti, proprio come erano in epoca barocca, ma i colori pastello e i legni chiari mantenevano tutto morbido e arioso piuttosto che oscuro e cupo. Le gambe del tavolo e della sedia cabriolet erano un altro elemento comune di questo tempo: a forma di S, davano agli oggetti un'impressione più organica.

Coloniale

L'arredamento della prima America coloniale si concentrava sulla funzione rispetto allo stile. Gli oggetti erano facilmente spostabili e rifiutavano gli elementi di design ornati dei periodi precedenti. Le gambe del tavolo, della scrivania e della sedia a forma di S erano comuni e le influenze dall'Inghilterra potevano essere viste nei toni del legno scuro e nelle forme rigide di molti infissi.

Mobili del XIX secolo

Proprio come il secolo precedente, questo è stato un altro grande periodo per l'innovazione del mobile. La rivoluzione industriale ha reso possibile alle persone al di fuori della classe dominante di aggiungere sontuosi arredi alle loro case. E molti stili diversi sono emersi in seguito come risultato.

Stile di rinascita

Questa era ha visto la rinascita di molte epoche precedenti di design di mobili, inclusi gli stili rococò e gotico. Per la prima volta nella storia, gli arredi di questi vari approcci erano economici e più accessibili per la classe operaia.

Art Nouveau

Prende il nome da una galleria d'arte parigina, questo stile di arredamento era tutto incentrato sull'innovazione. Gli infissi che assomigliavano a oggetti del mondo reale come alberi e fiori divennero molto popolari e i mobili iniziarono ad assumere forme e forme che non avevano mai avuto prima. Le caratteristiche arrotondate sono diventate più comuni su sedie, testiere del letto, scaffali per libri e oltre.

Mobili del XX secolo: stili di arredo moderni

Mentre puoi trovare stili di mobili storici nei negozi specializzati, gli stili di oggi sono molto diversi. Nel corso dei secoli, la moda dei mobili ha deviato da un aspetto classico e ornato a stili di mobili contemporanei che offuscano i confini tra arte e funzionalità.

Mentre la maggior parte delle persone usa il termine "moderno" o "contemporaneo" per descrivere i mobili di oggi, fondere questi due termini significa in realtà descrivere due diversi stili di design. Come noterai nell'elenco degli stili di arredamento di seguito, "moderno" e "contemporaneo" sono in realtà tipi di design distinti in sé.

Un elenco di alcuni tipi di stili d'arredamento attuali include:

Coloniale americano

I mobili coloniali americani combinano tratti diversi da Jacobean, Pennsylvania Dutch, William and Mary, Queen Anne e Chippendale. Mentre si potrebbe dire che i mobili coloniali sono una forma di mobili tradizionali, comprendono una più ampia varietà di stili del periodo coloniale britannico.

Tradizionale

Combinando il meglio degli stili Queen Anne, Chippendale e Sheraton, i mobili tradizionali presentano in genere ornamenti aggraziati, linee raddrizzate e gambe affusolate. Puoi leggere la nostra guida sullo stile di arredo tradizionale qui.

Vintage

Più giovane dei mobili antichi, i mobili vintage hanno solitamente tra i 50 e i 100 anni e vengono spesso acquistati usati. Mentre le persone spesso gettano in giro i termini "vintage" e "vecchio" in modo intercambiabile, la parola "vintage" può suggerire più di un tocco artistico che abbraccia la nostalgia per i periodi più antichi. 

Rustico

I mobili rustici portano a casa calore e intimità. Questo stile è tipicamente realizzato con legno o altri materiali naturali, tra cui pelle, cotone e lino. Gli accenti sono un ottimo modo per aiutare a ottenere l'aspetto in stile rustico dei mobili.

Design americano

Gli stili di arredamento americani hanno alcune cose in comune: i mobili in legno massello con venature distintive e finiture straordinarie sono cimeli futuri; metallo vivo, pietra e pelle si fondono in modo ricco e rustico. Questo look Bassett, noto come American Artisan, ha una sensazione unica e artigianale.

Retro

Mentre i pezzi specifici considerati "retrò" dipendono spesso dal decennio a cui si fa riferimento, i mobili retrò sono caratterizzati da un design più moderno che imita le tendenze della moda del passato. Anche se a volte usiamo il termine spesso peggiorativo "kitsch" per descriverlo, il design retrò può incorporare la cultura pop in un modo che crea mobili colorati e persino stravaganti.

Moderno

Lo stile moderno è nato dal movimento modernista dei primi anni del 1900. È meglio conosciuto per l'uso di tavolozze di colori monocromatici e materiali come acciaio, vinile, pelle e plastica. Puoi dare un'occhiata alla nostra intera guida allo stile di mobili moderni qui. 

Minimalismo

I mobili minimalisti combinano i tratti dei mobili scandinavi contemporanei, moderni e artistici, dando vita a uno stile semplice e funzionale con forme rotonde e bordi levigati. Se credi che "less is more", allora sei uno dei pochi minimalisti rimasti su questa terra. Abbraccia gli spazi aperti e i mobili puliti e discreti e ti sentirai come se la tua casa fosse il luogo in cui puoi sentirti in pace sia con te stesso che con gli altri.

 Relaxed Modern

Questo look ha un'estetica minimalista e un'atmosfera rilassata e sofisticata. Sagome eleganti si abbinano a sedili in peluche profondi; metalli come ottone champagne e nichel spazzolato abbinati a finiture rovere.

Contemporaneo

I mobili in stile contemporaneo si riferiscono ai mobili che sono popolari oggi. Puoi dare un'occhiata alla nostra intera guida sullo stile di arredamento contemporaneo qui.

Shabby Chic

Originario dell'Inghilterra degli anni '80, lo shabby chic combina mobili vintage e logori con un interessante effetto pennello e pittura (di solito in bianco). Questo stile di arredamento spesso combina colori neutri con effetti rustici per creare un'atmosfera vintage.

Casual Luxe

Questo raffinato look rustico Bassett mescola finiture rustiche e forme country familiari con stili sofisticati e tavolozze di colori neutri. Sagome generose e distintive trasmettono una sensazione lussuosa ma casual e accessibile.

Urban Collective

Questo look è una versione fresca e vivibile di design boho-chic, industriali e moderni di metà secolo. Finiture stagionate, legno di recupero e metallo si mescolano con silhouette sottili e tappezzerie personalizzate. Il risultato: strati di texture e un sacco di stile.

Bauhaus

Questo stile di design tedesco è noto per la sua sperimentazione senza paura, l'uso di forme geometriche e l'elegante semplicità. Uno dei suoi arredi più iconici è la Brno Chair, che ha abbandonato le solite quattro gambe e ha invece utilizzato un'unica barra a forma di C per sostenere l'intero apparecchio.

Art Deco

Creato in Francia e ispirato all'Art Nouveau, questo stile di arredamento è famoso per le sue complessità. In contrasto con il Bauhaus, era dai colori vivaci, dal design elaborato e faceva affidamento su tessuti ricchi e strutturati per aggiungere una sensazione di lusso.


Condividi questo articolo:

Articoli simili: