Riunione condominiale: i cambiamenti in atto

Riunione condominiale: i cambiamenti in atto

La riunione condominiale è di fondamentale importanza, in quanto permette ai vari condòmini di discutere riguardo diverse tematiche e di conseguenza prendere una certa decisione. Tra l’altro l’assemblea condominiale permette anche di venire a conoscenza di problematiche che riguardano il condominio e di conseguenza può avvisare tutti i proprietari che non sapevano di determinati problemi. Oltre a questo, proprio per questi ultimi si può trovare una soluzione consona, anche su consiglio del proprio amministratore. Per quanto riguarda le riaperture, proprio queste hanno determinato alcuni cambiamenti significativi per lo svolgimento delle assembee condominiali. In effetti, se queste erano svolte soprattutto online oppure per niente, durante il periodo delle chiusure e dei diversi lockdown che si sono susseguiti, ora invece le regole cambiano e si sta ritornando a una certa normalità nello svolgimento di questo tipo di assemblee.

Riunione condominiale: ecco cosa cambia con le riaperture

La riunione condominiale è molto importante, come accennato, proprio perché permette di avvisare i vari proprietari degli immobili su determinati problemi che riguardano il complesso condominiale, oppure richiede loro di prendere una certa decisione, al fine di trovare una soluzione e magari riuscire a eliminare il prima possibile il problema.

È molto importante inoltre conoscere anche le novità che riguardano le assemblee condominiali in questo periodo, ovvero che cosa è cambiato a causa delle riaperture previste dal Governo, per facilitare la ripresa economica dopo le ultime ondate di Covid.

Le riaperture hanno di sicuro portato delle modifiche importanti, come ad esempio il fatto di poter svolgere l’assemblea condominiale in presenza, mentre prima, nel periodo in cui i contagi erano numerosi, le assemblee condominiali erano vietate, a meno che non venissero svolte direttamente a distanza, e quindi online.

Oggi è invece possibile di nuove svolgere con la presenza dei vari proprietari degli immobili, sempre però se gli spazi presenti nel condominio lo permettono. Questo significa che si possono svolgere le assemblee all’aperto, cosa consigliata, in quanto nel giardino o nel verde condominiale , se è presente, c’è un maggiore ricircolo dell’aria e di conseguenza è anche più facile evitare la diffusione dei contagi. Nonostante si dovesse svolgere la riunione condominiale all’aperto, si deve però ricordare che si dovrà rispettare la distanza di un metro almeno, da persona a persona, e ovviamente si dovranno anche indossare i dispositivi di sicurezza, quindi le mascherine.

Svolgere un’assemblea all’aperto infatti non vuol dire non seguire le regole che sono ancora presenti e che servono per evitare ogni possibile forma di diffusione del contagio.

Ovviamente è doveroso specificare che non è obbligatorio svolgere un’assemblea condominiale in giardino, anche perché il problema di certo si presenta soprattutto per quei complessi condominiali che magari hanno un’area verde di piccole dimensioni, ma che sono numerosi, o per coloro che non possiedono alcuna zona verde condominiale.

Proprio per questo, si deve anche approfondire riguardo un altro cambiamento importante, che è quello di poter di nuovo svolgere anche al chiuso le assemblee condominiali. Questo discorso però merita un approfondimento importante.

Assemblee condominiali al chiuso, sempre nel rispetto delle regole

È possibile svolgere anche assemblee condominiali al chiuso, sempre nel rispetto delle regole. Anche in questo caso però è doveroso specificare che il luogo scelto per svolere l’assemblea condominiale dovrà essere possibilmente arioso, di dimensioni consone per assicurare che tutti i presenti rispettino le opportune distanze e in più si dovranno lasciare anche le finestre aperte, al fine di garantire un maggiore ricircolo dell’aria.

Anche in tal caso ovviamente le varie persone che partecipano all’assemblea dovranno possedere le mascherine e indossarle per l’intera durata dell’assemblea.

Questo però non è tutto, anche perché se non si possedesse uno spazio al chiuso idoneo, ovviamente si può sempre optare per lo svolgimento dell’assemblea direttamente online, se sono presenti le possibilità di svolgerla in questo modo.

Oltre a questo è doveroso specificare anche che è di fondamentale importanza ovviamente indicare le regole da seguire ai vari condòmini, sia per quanto riguarda lo svolgimento dell’assemblea, sia per il fatto dei dispositivi di sicurezza da dover indossare.

Sarà poi l’amministratore a dover gestire la riunione condominiale e anche eventuali discussioni che sorgono. Proprio per il ruolo importante che viene svolto dalle riunioni condominiali, è meglio indicare anche quali sono le motivazioni che la rendono così necessaria.

Perché è importante svolgere la riunione condominiale

È di fondamentale importanza svolgere la riunione condominiale, in quanto si devono prendere delle decisioni importanti riguardo il complesso condominiale. Proprio per le diverse chiusure che si sono susseguite nel corso dei mesi precedenti e per il fatto che diversi plessi condominiali non hanno potuto sempre svolgere le riunioni condominiali, alcuni nemmeno online, ecco che queste assemblee diventano importantissime.

Le decisioni da prendere infatti potrebbero essere aumentate e potrebbero essersi accumulate. Certamente, quelle urgenti saranno state già prese, anche “da remoto”, in quanto in casi del genere, l’amministratore è tenuto ad avvisare immediatamente i condòmini di un problema urgente e deve trovare molto rapidamente una soluzione.

Per quanto riguarda però le altre problematiche, magari quelle le cui discussioni si sono potute rimandare, ecco che potrebbero essersi accumulate e di conseguenza è opportuno riunire tutti quanti i proprietari dei vari immobili e riuscire a far sì che prendano delle decisioni. Ora che in questo periodo di riaperture è anche tornata la possibilità di riunirsi direttamente in presenza, la risoluzione dei problemi potrebbe anche vedere una maggiore rapidità e quindi potrebbe essere un aspetto positivo per i vari condòmini.

Ovviamente sarà poi compito dell’amministratore, come già accennato, cercare di far svolgere la riunione condominiale nel migliore dei modi e sempre in modo civile, evitando liti e discussioni che potrebbero solo essere controproducenti. Oltre a questo, è opportuno ricordare quanto sia importante riuscire a far rispettare ai vari partecipanti dell’assemblea tutte le regole utili per evitare ogni possibile forma di contagio. Proprio per questo, tra il fatto di svolgere riunioni condominiali in stanze chiuse e svolgerle invece in luoghi all’aperto, sembrerebbe che la maggior parte dei complessi condominiali sia favorevole a organizzare assemblee direttamente nelle zone verdi che appartengono sempre al condominio e ovviamente se queste sono presenti. Non mancano però condòmini che invece hanno nell’edificio un luogo abbastanza esteso che possa ospitare tutti quanti per svolgere l’assemblea.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: