Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Mirko

Stile giapponese: rendi la tua casa un tempio del benessere

Lo stile giapponese rappresenta un ottimo modo per rendere le stanze del proprio appartamento uniche. Uno degli elementi che questo tipo di stile riesce ad offrire un grande fascino poiché sebbene sia molto semplice riesce a garantire un’eleganza esotica difficile da riscontrare in altri stili. Come tutti sanno, alla base dell’arredamento in stile giapponese c’è lo ZEN che si caratterizza nel creare un ambiente basato sui contrasti. Da una parte infatti ci sono i mobili semplici ma con gusto mentre dall’altra troviamo i bellissimi disegni del Sol Levante. Si deve tenere presente che la cultura nipponica è secolare ed è anche molto complessa. L’evoluzione di questa cultura ha portato ad uno stile molto semplice in grado di favorire la pace e l’ordine. Si deve tenere presente che per apprezzare al meglio questo tipo di arredamento e disposizione delle stanze è necessario comprendere gli usi di questo popolo per riuscire a comprendere bene ciò che c’è dietro a questa particolare disposizione dell’arredamento. Non è possibile decidere da un giorno all’altro di cambiare il proprio stile all’arredamento poiché quello giapponese rappresenta una vera e propria filosofia nonché uno stile di vita.

Punto importante dello stile giapponese è l’amore della natura ma bisogna fare attenzione

Se si decide di accogliere il design giapponese a casa propria è necessario tenere presente che tra gli abitanti di questo paese c’è una grande rispetto ed amore per la natura. Ciò si tramuta in una casa ricca di elementi che richiamano molto uno stile di vita in grado di potersi connettere con l’ambiente. Quindi in una casa con stile giapponese non possono non mancare le piante ma è necessario ricordare che i cittadini giapponesi non amano gli sfarzi e gli elementi troppo appariscenti. Non è dannoso avere delle piante all’interno della stanza da letto ma quali scegliere? In questo caso è consigliabile optare per le piante tradizionali giapponesi come il bambù ed i bonsai, sono belli e non molto appariscenti. Se invece volete osare un po' di più potete optare per l’orchidea grazie alla sua bellezza non molto appariscente. La cosa principale però, se si decide di seguire questa idea, è imperativo mantenere le piante sempre in ottimo stato. Cercate di innaffiarle con regolarità e curatele in modo da non farle appassire. Non si può tollerare infatti che in uno stile incentrato sulla natura vi siano piante secche o comunque in pessimo stato di salute che quindi andrebbero a cozzare con tutto il resto.

Gli spazi aperti e le grandi vetrate possono essere un elementi molto importanti

La casa in stile giapponese non vuole spazi chiusi ma la casa deve essere in grado di offrire il massimo della libertà. Un grande spazio diviso da vetrate per ottenere comunque la separazione degli spazi. Anche le grandi finestre possono essere molto importanti perché comunque la casa dev’essere inondata di luce. Si deve tenere presente che le aperture nel soffitto possono portare ad una maggiore quantità di illuminazione. È necessario tenere presente che queste aperture dovrebbero essere molto ampie, le dimensioni dovrebbero essere simili a quelle di un lucernario. Bisognerebbe inoltre rifuggire dai tendaggi pesanti perché creano dei problemi alla luce di entrare nella casa. La regola sarebbe lasciare le finestre libere in modo tale da far entrare quanta più luce è possibile ma non sempre è possibile lasciare la stanza senza tende quindi si può optare per quelle in bambù oppure quelle molto leggere che lasciano passare la luce del sole.

Quali sono i colori predominanti nello stile giapponese?

Anche in questo caso andiamo a parlare di un elemento molto importante per la propria casa che riesca a riprendere quelli che sono i colori della natura. Ciò significa che non c’è bisogno di pitturare le pareti perché le piante ed il legno riescono ad offrire la maggior parte delle nuance che devono essere inserite nell’abitazione. Abbiamo quindi il legno, le piante e per ultima cosa la pietra andando a chiudere gli elementi naturali da inserire nella propria abitazione. Sul pavimento è possibile installare il parquet per rimanere sul legno oppure piastrelle grigie per inserire la pietra. È consigliabile scegliere una tonalità il più vicina alla pietra viva.

Lo stile giapponese nel mobilio, quale scegliere?


Ora su questo argomento vi sono due differenti correnti di pensiero che possono comunque essere abbastanza interessanti: i puristi e coloro che amano unire lo stile dell’oriente con quello occidentale. Nel primo caso i mobili sono bassi e devono essere previsti quelli per il tè e per tutte le altre cerimonie che fanno parte della cultura giapponese. Chi invece decide di inserire elementi occidentali ricordatevi di non sovraccaricare troppo l’ambiente ed optare per mobili bassi.

stile giapponese

Come rinnovare in modo creativo il proprio bagno

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito