Tavolo Euro Italiano delle Costruzioni

Di cosa si tratta? Esso non è altro che un tavolo creato al fine di garantire uno scambio di idee tra i vertici italiani degli Organismi Europei del settore.
Il Tavolo Euro Italiano delle Costruzioni promette di innovare il settore In data 16 Gennaio c’è stato a Roma il primo incontro del Tavolo Euro Italiano delle Costruzioni. Di cosa si tratta? Esso non è altro che un tavolo creato al fine di garantire uno scambio di idee tra i vertici italiani degli Organismi Europei del settore. Il Tavolo è stato ideato per creare un confronto tra le politiche europee appartenenti al campo delle costruzioni e le interdipendenze nazionali. Ha, infatti, proposto, posizioni condivise per il sostenimento del settore in UE e in tutta Italia. Nonché, sono state effettuate valutazioni in pieno spirito europeo sul trend nazionale; importante è il ruolo delle Macro Regioni Europee e la diffusione del Dialogo Sociale Europeo, quale leva verso una migliore produttività. Lo scopo è cercare di far salire il livello di attenzione sui temi caldi, attraverso proposte interessanti. Si parla di innovazione, sviluppo della tecnologia, riqualificazione dell’offerta occupazionale nel settore. In concreto:
  • evoluzione dei macchinari per i processi;
  • infrastrutture per la Logistica;
  • sensibilizzazione del mercato verso le normative europee;
  • nuove Direttive Appalti;
  • manutenzioni integrate dell’Ambiente, del Territorio e del Costruito;
  • normative europee sui materiali e in particolare relative al Regolamento 305/11;
  • approccio intelligente per i progetti, dall’impostazione fino al finanziamento;
  • forme delle sostituzioni urbane;
  • agevolazione strutturali pro-attive per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici;
  • armonizzazione delle iniziative e delle normative ambientali.
Il tavolo ha visto la partecipazione di: Paolo Cannavò Presidente FECC Federazione Europea dei Manager delle Costruzioni, Giusepppe Frerip residente UFEMAT Unione Europea delle Federazioni Nazionali dei Commercianti in Materiali da Costruzione; Andrea Marconi, PastPresident EBC EuropeanBuildersConfederation; Rossano Rimelli Presidente CECOP European Confederation of Workers' Co-operatives, Social Co-operatives and Social and Participative Enterprises; Carlo Parietti Presidente EUROCADRES Council of European Professional and Managerial Staff; Libero Ravaioli Presidente CEPMC Conseil Européenne des Producteurs des Materiaux de Construction, Consigliere incaricato FINCO per l’Europa; Claudio Sottile in rappresentanza di Domenico Pesenti Presidente EFBWW European Federation of Building and Woodworkers; Prof. Mose’ Ricci, Ordinario dell’Università di Genova Dipartimento di Scienze per l’Architettura e il Prof Manlio Vendittelli, Ordinario dell’Università La Sapienza di Roma- Dipartimento Design Tecnologia dell’Architettura Territorio e Ambiente DATA, che è promotore e organizzatore dell’incontro. In questi incontri si cercano delle nuove soluzioni e dei miglioramenti generali, ma non sempre si riescono ad ottenere dei benefici nel breve periodo.

Articoli simili: