Affittare un chiosco in spiaggia: migliori affari in Italia

Affittare chiosco in spiaggia

Sole, mare e musica: avete mai pensato di unire l’utile al dilettevole e di lavorare in spiaggia mentre tutti gli altri sono in vacanza? Se l’idea vi alletta, allora l’ideale sarebbe quello di affittare un chiosco sulla spiaggia e di trasferire il vostro ufficio in spiaggia. Ma quali sono i passi da seguire per affittare chiosco sulla spiaggia e come fare? Considerate poi che il chiosco sulla spiaggia può essere affittato, preso in gestione acquistato nel caso in vogliate diventate il vero e proprio titolare. In questo caso è necessario rilevare direttamente il chiosco dal venditore seguendo la specifica procedura indicate dal Comune dato che ciascuno ha le proprie regole nell’ambito di costruzioni e permessi.

Come individuare il chiosco da affittare

Se state pensando di affittare un chiosco sulla spiaggia dovrete anche pensare al diverso tipo di chiosco cui siete interessati: preferite un chiosco stabile o uno ambulante? Generalmente le maggiori offerte si trovano nell’ambito dei chioschi stabili che sono delle vere e proprie strutture in muratura o in legno. Ma come affittare un chiosco in spiaggia? Come individuare il chiosco giusto? Potreste ad esempio effettuare una ricerca online e cercare il chiosco in spiaggia direttamente sui portali di immobiliari o più generici. Ad esempio potrete effettuare la ricerca su Subito: nella barra di ricerca dovrete scrivere “chiosco sulla spiaggia” oppure in alternativa “bar sulla spiaggia”. Dovrete poi selezionare la categoria Uffici e locali commerciali e infine la località “Dove”. Potrete selezionare “In tutta Italia” oppure il comune, la provincia o la regione. A quel punto potrete visualizzare tutti gli annunci disponibili. Potrete trovare annunci di privato o di agenzie. In questo caso però non sempre si trova chiaramente definito l’importo dell’affitto richiesto. Ma oltre alla descrizione, ci sono poi i contatti dell’agenzia e del privato da contattare. Potrete anche cercare con le stesse modalità su altri siti immobiliari come Immobiliare, Cercasicasa, Idealista, inserendo gli appositi filtri.

I prezzi

Ma quali sono le medie degli affitti per un chiosco o un bar in spiaggia? Generalmente, trattandosi di un’attività che, se ben avviata, può essere alquanto redditizia, gli affitti possono essere più alti nelle località turistiche migliori e più rinomate delle coste italiane: i costi tendono a salire molto sulla costa ligure, sulla costa toscana, ma anche romagnola, laziale, per scendere in quella marchigiana e abruzzese. Generalmente le zone del Sud Italia sono più economiche anche se ci sono zone come la Costiera Amalfitana sono tanto care quasi quanto le zone della costa ligure (ASTA APPARTAMENTO FRONTE MARE, LOCALITA' E PREZZI) Le offerte più vantaggiose per il sud Italia si attestano con un affitto intorno ai 650-700 euro al mese (con eventuale possibilità di cessione dell’attività). In alternativa, oltre ai portali immobiliari, è anche possibile potersi orientare verso i portali degli annunci di lavoro: affittare un chiosco in spiaggia significa gestirlo e quindi sostanzialmente si tratta di un annuncio di lavoro. È anche possibile orientarsi verso una serie di agenzie specializzate nel settore: in questo caso sarà necessario certamente pagare la commissione, m è anche necessario accertarsi della professionalità e dell’affidabilità dell’agenzia.

Le competenze per affittare e gestire un chiosco in spiaggia

Ma quali sono le competenze necessarie per la gestione di un chiosco in spiaggia? In realtà l’affitto e quindi la gestione di un chiosco in spiaggia non richiede particolari studi precedenti o competenze specifiche pregresse. Naturalmente è necessario però essere in possesso di buone doti d carattere gestionale e avere un buon rapporto con il pubblico, in questo caso vacanziero. Dopo aver trovato il vostro chiosco in spiaggia da affittare, dovrete poi occuparvi alla richiesta della gestione: è necessario chiedere all'Ufficio Relazioni con il pubblico della zona dove si è interessati ad aprire l’attività. Questo perché in ogni caso la spiaggia non viene mai venduta, ma viene sempre in concessione a terzi, dato che è demanio dello Stato. Dopo aver ottenuto la concessione per la gestione del chiosco sulla spiaggia che è stato affittato, sarà successivamente necessario rivolgersi anche all'Ufficio Nuove Imprese del comune in questione, sarà necessario compiere altri passi.

È necessario:

  • Iscriversi alla Camera di Commercio
  • Iscriversi all'Inps e all’Inail.
  • Aprire una partita IVA
  • Avere la licenza per somministrazione di alimenti e bevande. Viene esentato dal corso chi sia in possesso del diploma conseguito presso uno degli istituti alberghieri italiani, chi possieda una laurea in materie scientifiche, chi abbia già lavorato nel settore alberghiero per almeno due anni. Chi deve invece conseguire la licenza può seguire dei corsi specifici che durano tra le 60 e le 100 ore e che hanno un costo in genere inferiore ai 600 euro. I corsi vengono organizzati da specifici enti abilitati la cui lista può essere occultata direttamente presso il sito della Camera di Commercio. Se si intende gestire un chiosco sulla spiaggia di un titolare di uno stabilimento balneare, è necessario chiedere anche a lui la gestione del chiosco.

CONTRATTO DI AFFITTO DI LOCALE COMMERCIALE, COME FUNZIONA

Quanto costa affittare chiosco

Ricordate che in Italia le spiagge sono di proprietà del demanio, praticamente dello Stato ed è necessario aggiudicarsi la concessione per aprire il proprio chiosco in spiaggia. Ogni Comune tra l’altro ha le proprie regole in merito, ma generalmente le località turistiche più note d’Italia assegnano porzioni di spiaggia per un periodo variabile che va da 1 a 7 anni. Nel caso in cui la richiesta sia particolarmente alta è anche possibile che organizzino delle piccole aste. I prezzi in tal caso, per una concessione che dura un anno, arrivano a superare anche i 30.000 euro. I costi in effetti sono estremamente diversi in base alle zone, ma ricordate che dovrete quindi tenere sempre in considerazione il vostro budget. Se affittare un chiosco sulla spiaggia al Comune, generalmente significa impegnarsi in un affitto annuale che rinnovi che vanno da 1 e 7 anni con prezzi che si aggirano dai 15 e i 40 mila euro all’anno, è anche vero che affittare chiosco in spiaggia, è piuttosto redditizio con un buon incasso medio che va dai 300 ai 500 euro in media. Ricordate che generalmente il settore “Demanio e Patrimonio” si occupa delle assegnazioni delle concessioni dei chioschi tramite l’emanazione di appositi bandi. E se il Comune non li affitta, è necessario rivolgersi direttamente a un privato: sarà quindi possibile poter rilevare un’attività esistente, pagando al proprietario l’affitto richiesto anche in base al suo giro d’affari.

Articoli simili: