Bioedilizia: sempre più novità che si stanno sviluppando

Bioedilizia: sempre più novità che si stanno sviluppando

Quando si parla di bioedilizia, si intende indicare un ramo molto particolare dell’edilizia e quindi della costruzione di edifici. Per la precisione, si tratta di un ambito sempre più studiato e su cui diversi ricercatori stanno sperimentando sempre di più le novità, nonché soluzioni alternative per raggiungere elevati vantaggi.

Il prefisso “bio” è dovuto al fatto che si tratta di un tipo di costruzioni in cui vengono usati materiali che risultano in grado di rispettare l’ambiente e di conseguenza rientrano nel campo dell’ecosostenibilità. Quest’ultima è sempre più ricercata, anche perché ormai è importantissimo rispettare la natura, cercando allo stesso tempo di trovare delle soluzioni che riescano a garantire diversi aspetti positivi per chi vive nell’immobile ecosostenibile.

Bioedilizia: ecco le maggiori novità che si sono verificate negli ultimi anni

La bioedilizia è un campo sempre pi ricercato e che sta trovando sempre più soluzioni per garantire il massimo livello di comfort per chi abita all’interno dell’immobile. Quest’ultimo, nel caso faccia parte del campo bioedile, avrà determinate caratteristiche che lo rendono non solo vantaggioso, ma anche molto importante per il rispetto dell’ambiente.

Proprio negli ultimi anni infatti il campo della bioedilizia si è ampliato sempre di più e soprattutto ha apportato diverse novità. Tra queste, il fatto di sperimentare materiali molto diversi da quelli usati nel campo edile comune. Per fare degli esempi, si sta studiando l’uso di tessuto di canapa per le pareti, ma anche di legno, di fibre vegetali.

Questi sono solo alcuni dei materiali più particolari che si stanno sperimentando e che a quanto pare già hanno portato delle risposte positive, mostrando gli aspetti positivi che sono in grado di determinare.

Tra questi, sicuramente il fatto che l’aria presente all’interno dell’immobile potrebbe essere più salutare e potrebbero tra l’altro essere evitate persino delle allergie. Di conseguenza, potrebbe esserci un ricircolo dell’aria molto più salutare di quello garantito dai materiali comuni.

Le novità però non terminano solamente qui, anche perché ce ne sono altre, così come vi sono anche altri aspetti positivi da poter indicare.

Le altre novità e gli altri aspetti positivi

Tra le altre novità da poter segnalare vi è anche il fatto di realizzare impianti elettrici e idrici, nonché termici che siano in grado di rispettare l’ambiente e quindi fanno parte di quelli ecosostenibili, ma non solo.

Oltre al fatto di rispettare la natura, riescono anche a garantire un certo risparmio energetico. Si faccia l’esempio dei pannelli solari, che inizialmente potrebbero avere un certo costo, che rientra sicuramente nelle spese successive. Questo vuol dire che a lungo andare si potrà vedere di sicuro un certo risparmio. Questo è molto importante, anche perché, come si può capire, l’aspetto positivo è doppio e si riversa sia sull’ambiente esterno, sia su coloro che abitano all’interno dell’edificio.

Le novità degli ultimi anni però riguardano anche l’unione della domotica con le soluzioni ecosostenibili, anche perché infatti i due rami tendono ad essere spesso, ma non sempre, collegati, al fine di trovare soluzioni innovative.

Tra le altre novità poi vi è anche il fatto che si studiano elementi che possano garantire un livello di efficienza energetico molto elevato, ma anche di altre risorse.

Oltre a questo, si mira molto all’uso di energia rinnovabile e in particolare all’energia solare. Da aggiungere a tutto qeusto poi anche il fatto di trovare dei rimedi che possano ridurre di gran lunga l’inquinamento ambientale. Quando si è parlato dell’uso di materiali innovativi, come ad esempio fibre di canapa, paglia e gli altri, sempre di origine naturale, questi oltre ad apportare i vabtaggi indicati, sono anche in grado di assicurare una certa facilità per quanto riguarda il loro smaltimento. Tra l’altro molti materiali possono essere riutilizzati e anche riciclati. Proprio per questo, vengono sempre più accettati i materiali indicati, ovvero ormai molti vengono puntualmente usati nel campo delle costruzioni.

Ulteriore aspetto positivo riguarda il fatto che tutti i materiali non sono tossici, altro elemento di fondamentale importanza. Si aggiungono poi a tutti questi elementi anche quelli che riguardano il design. Questo infatti viene realizzato in modo che la struttura dell’immobile si possa adattare al meglio all’ambiente esterno e che possa assicurare al meglio il rispetto della natura.

Tra i vari fattori che costituiscono la lista degli aspetti positivi della bioedilizia poi vi è anche il fatto di poter ottenere degli incentivi e delle detrazioni fiscali. Queste ultime possono essere ottenute in base al tipo di bonus garantito dal Governo italiano. A tal fine, è opportuno informarsi, dato che le possibilità di detrazioni sono diverse e possono avvenire se si rispettano determinati requisiti. Se infatti si desidera modificare il proprio immobile e apportare novità che permettano poi di favorire un certo risparmio energetico e di aumentare il livello di sostenibilità dell’edificio, ecco che si potrà poi ricevere una detrazione fiscale. Certamente, è bene prima leggere tutti i requisiti che occorre rispettare, se si vuole ottenere un certo bonus.

In generale, si può affermare che le maggiori novità della bioedilizia in questi anni riguardino quindi obiettivi diversi. Oltre a quello di garantire il massimo livello di comfort per coloro che abitano in quel determinato immobile, vi è anche il fatto di assicurare un ottimo livello salutare, ma non solo.

Come si è visto, si cerca anche di raggiungere un certo rispetto dell’ambiente esterno, ma anche sperimentare nuovi materiali. Oltre a quelli citati, ci sono alcuni studiosi che hanno provato anche a usare la lana di roccia, l’argilla, la fibra di cellulosa, il legno lamellare, ma anche altri elementi, come vernici di origine naturale.

Insomma, il campo della bioedilizia si sta sviluppando sempre i più e ogni anno sperimenta sempre più novità, ma non solo. In alcuni edifici pubblici presenti in altre nazioni, come ad esempio anche in alcuni Stati americani, vi sono già immobili che presentano caratteristiche di ecosostenibilità molto elevate. Anche in Italia si stanno verificando molte modifiche e sempre più persone scelgono di modificare la propria casa o un determinato immobile, per renderlo maggiormente ecosostenibile. Si può affermare inoltre che anche in Italia tali interventi stanno aumentando in misura sempre maggiore e infatti il campo bioedile sta raggiungendo sempre più risultati.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: