Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Come pulire il tuo lavandino di granito

I lavandini in granito, in bagno e in cucina, sono sempre più diffusi e sempre più di moda. Sui motori di ricerca, nel corso dell'ultimo anno, gli inquiry per i “lavandini di granito” sono cresciute in stabile doppia cifra e… sebbene i lavandini in granito siano ben noti per la loro durata e la loro resistenza, in confronto ai lavandini in acciaio inox sono ancora suscettibili di danni dovuti a una pulizia impropria.

Ecco perché sempre più specialisti di bagno e cucina sono interessati da questo tema, cercando di convidiere su internet delle semplici guide per la pulizia di un lavandino in granito, in maniera tale da prolungare la buona efficacia di questo elemento sempre più importante nelle case degli italiani, e non solo.

Peraltro, scoprire quali siano i migliori strumenti per poter pulire il proprio lavandino è molto più semplice di quanto si possa immaginare. Spesso per poter ottenere i risultati più brillanti (è il caso di dirlo!) sono sufficienti pochi ingredienti naturali e un po' di pazienza. Il risultato non si farà attendere: il lavandino in granito, sia esso in cucina o in bagno, risulterà essere più sano, igienico, durevole nel tempo.

Insomma, il lavello di granito, che ha un costo in media tra i 300 e i 500 euro, potrà vedere la propria vita “allungata” solamente se te ne prenderai cura in modo costante. Altrimenti… getterai i soldi nel lavabo, letteralmente!

Ma come puoi lavare correttamente il lavandino in granito? Ci sono dei passaggi che ti consigliamo di fare?

Naturalmente, si!

La prima cosa che devi fare è lavare questa superficie con sapone neutro e acqua calda. Puoi farlo direttamente sotto il rubinetto, senza bisogno di altri contenitori. Una volta che hai a disposizione una miscela saponata, usa un panno morbido per pulire il lavandino dopo ogni utilizzo. Questo è il modo migliore per mantenere il lavello pienamente efficiente, poiché una pulizia regolare evita la necessità di fare una pulizia profonda e straordinaria.

Dunque, pulisci dopo ogni utilizzo. Per mantenere il lavello in condizioni di lucentezza, si potrebbe anche asciugare il lavello dopo ogni uso, assicurandosi di rimuovere il panno bagnato dal lavandino, in modo da evitare la comparsa di calcare.

Ovviamente, oltre alla pulizia più ordinaria, può essere utile programmare delle pulizie più in profondità con una soluzione delicata.

Se infatti hai bisogno di eseguire una pulizia profonda a causa di macchie profonde sarà sufficiente utilizzare una miscela fatta in casa di bicarbonato di sodio o aceto bianco (uno dei due va bene, basta assicurarsi che sia una piccola quantità) e combinarlo con l'acqua. Aggiungi questa miscela ad un panno morbido o ad una spazzola con setole morbide per affrontare le macchie più dure sulla superficie del lavandino.

Speriamo che questi suggerimenti possano esserti utili per poter migliorare la tua capacità di pulizia del lavandino. Ricorda che sebbene i nuovi prodotti di tendenza possano sembrare alla moda e particolarmente all’avanguardia, le cattive abitudini di pulizia potrebbero in realtà produrre dei risultati controproducenti: una pulizia impropria potrebbe infatti portare a danni permanenti!

lavandino

Come pulire il battiscopa

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito