Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Coronavirus e mercato immobiliare: l'impatto su 10 città italiane

Qualche ora fa abbiamo discusso su come i dati provenienti dai notai manifestino in modo chiaro e univocabile quanto siano profondi i cambiamenti (negativi) indotti nel mese di marzo dall’impatto della Fase 1 della crisi pandemica sul mercato immobiliare italiano.

Ma che cosa è accaduto alle singole 10 principali realtà nazionali? Cerchiamo di riassumerlo.

Milano

A Milano si è registrato un segno negativo dei finanziamenti ipotecari del 54,5%, mentre calano del 4,5% le sostituzioni di mutuo. Quanto alle compravendite di case si registra una diminuzione del 55,4%, per i fabbricati di tipo strumentale il segno negativo è del 59,3%. Il crollo per le compravendite dei terreni agricoli è del 74,9%, mentre la flessione delle compravendite di terreni di tipo edificabile si è assestata al 57,7%.

Torino

Nel capoluogo piemontese i finanziamenti ipotecari calano del 35,1%, e calano anche le sostituzioni di mutuo, del 22,5%. Per le compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi) si registra una contrazione del 37,5% e un -40,7% per i fabbricati strumentali. Sul fronte dei terreni agricoli c’è invece una flessione del 50,4%, mentre è del 50,6% la diminuzione delle compravendite dei terreni edificabili.

Verona

A Verona i finanziamenti ipotecari sono calati del 45,5%, mentre le sostituzioni di mutuo del 35,1%. Le compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi) sono diminuite del 50,3%, mentre quelle che riguardano i beni immobili strumentali sono diminuite del 51,6%. Sul fronte dei terreni si è registrato un calo del 57,2% per quanto riguarda il settore agricolo e del 67,8% per i terreni edificabili.

Firenze

Nel capoluogo toscano si registra un segno negativo dei finanziamenti ipotecari pari all’11,1% e un aumento delle sostituzioni di mutuo di circa il 66,2%. Per quanto concerne invece le transazioni dei beni immobili (fabbricati abitativi) si registra un segno negativo del 24,7% e del 42,3% per i beni immobili strumentali. Si assiste altresì ad un crollo delle compravendite di terreni agricoli del 56,2% e dell’11,5% dei terreni edificabili.

Bologna

Nel capoluogo emiliano i finanziamenti ipotecari sono diminuiti del 13,6% e le sostituzioni di mutuo sono cresciute del 27,6%. Quanto alle transazioni aventi ad oggetto beni immobili (fabbricati abitativi), il dato è calato del 25,3%, mentre quelle che riguardano i beni immobili strumentali sono diminuite del 23,3%. Sul fronte dei terreni si è registrato un -55% per quanto riguarda il settore agricolo e -49,4% per i terreni edificabili.

Roma

Per quanto concerne il principale mercato immobiliare nazionale, qui i finanziamenti ipotecari sono calati del 35,1% mentre le sostituzioni di mutuo sono aumentate del 14%. Quanto alle compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi), il dato è in contrazione del 42,9%, mentre le operazioni che riguardano i beni immobili strumentali sono diminuite del 50,9%. Sul fronte dei terreni si è registrato -50,5% per quanto riguarda il settore agricolo e -67,9% per i terreni edificabili.

Napoli

Passando poi a Napoli, qui i finanziamenti ipotecari sono diminuiti del 41,2% mentre le sostituzioni di mutuo sono aumentate del 3,3%. Quanto alle transazioni sui beni immobili (fabbricati abitativi), il dato è in calo del 47,5%, mentre le operazioni sui beni immobili strumentali sono diminuite del 54,3%. Sul fronte dei terreni si è registrato -67,2% per quanto riguarda il settore agricolo e -58,2% per i terreni edificabili.

Bari

A Bari finanziamenti ipotecari in calo del 40,7% e sostituzioni di mutuo in flessione del 44,3%. Le compravendite dei beni immobili (fabbricati abitativi) sono diminuite del 43,3%, mentre le transazioni aventi ad oggetto beni immobili strumentali sono diminuite del 47,2%. Sul fronte dei terreni si è registrato un calo del 48,5% per quanto riguarda il settore agricolo e del 50,5% per i terreni edificabili.

Palermo

In Sicilia, a Palermo, i finanziamenti ipotecari sono diminuiti del 39,2% e le sostituzioni di mutuo del 3,6%. Passando poi alle compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi), il dato è in calo del 45,6%, mentre le operazioni sui beni immobili strumentali sono in flessione del 53,8%. Sul fronte dei terreni si è registrato un segno negativo del 76,6% per quanto riguarda il settore agricolo e del 59,4% per i terreni edificabili.

Cagliari

Infine, nel capoluogo sardo i finanziamenti ipotecari sono diminuiti del 29,3% e le sostituzioni di mutuo del 53,9%. Per quanto concerne le compravendite di beni immobili (fabbricati abitativi), il dato è in calo del 38,2%, mentre quelle che riguardano i beni immobili strumentali del 32,6%. Sul fronte dei terreni si è registrato un segno negativo del 51,5% per quanto riguarda il settore agricolo e del 45,3% per i terreni edificabili.

milano

Quale è stato l'impatto del coronavirus sul mercato immobiliare Italia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito