Perizia del mutuo: costi, tempi e documenti necessari

Perizia mutuo

In questo articolo andremo ad analizzare una parte fondamentale della valutazione di un mutuo, ovvero la perizia mutuo. Per comprendere a fondo a cosa serve la perizia bancaria per mutuo e perché è necessaria ai fini dell’ottenimento del finanziamento bisognerà comprendere quali sono le garanzie che la banca richiede, il suo funzionamento e come si calcola la perizia casa.

Cos’è la perizia mutuo?

Quando si vuole acquistare un immobile ma non si ha la disponibilità economica per farlo, nella maggior parte dei casi ci si rivolge ad un istituto bancario per ottenere un finanziamento di un importo pari a circa l’80% del costo dell’immobile.  Affinché l’importo sia erogato, la banca si servirà di una perizia immobiliare che dichiari il reale valore della casa. Per ottenere una perizia immobiliare per mutuo, la banca si rivolge ad un perito, il quale analizzerà le caratteristiche dell’immobile, i documenti della proprietà e la sua storia catastale al fine di stabilire il reale valore dell’immobile.

La perizia mutuo ricopre il ruolo di garanzia per la banca per diversi motivi: in primis attraverso la perizia, la banca avrà la sicurezza del valore effettivo dell’immobile; in questo modo la banca saprà con certezza che l’importo sarà erogato esclusivamente ai fini dell’acquisto dell’immobile e non per altre spese del richiedente. In secondo luogo la perizia del mutuo sarà una garanzia per la banca poiché, nel caso in cui il richiedente non riuscisse più a sostenere il pagamento delle rate del mutuo, procedendo al pignoramento, il valore della casa sarà in grado di coprire il prestito erogato. In sintesi la banca si accerterà, attraverso la perizia, che l’immobile valga l’investimento.

Prima di richiedere un mutuo è utile effettuare una pre-perizia servendosi dei calcolatori online; su internet esistono diversi programmi che consentono di stabilire un valore approssimativo dell’immobile. Bisognerà inserire i dati della casa, tra cui: l’indirizzo di locazione, la superficie commerciale, le quotazioni immobiliari e diversi coefficienti di merito (come il piano, il tipo di riscaldamento, l’esposizione, ecc..) vedi come calcolare il valore di un immobile. Una pre-perizia online fornirà un valore approssimativo dell’immobile che si intende acquistare e sarà utile a stabilire la cifra da richiedere alla banca per il mutuo, affinché combaci il più possibile con la perizia che farà il perito bancario. Dal momento in cui la perizia avrà esito positivo, non passerà molto tempo (7/10 giorni) che la banca vi contatti per concedere la delibera del mutuo.

Quali documenti sono necessari ai fini della perizia mutuo?

Come anticipato, per stabilire il valore dell’immobile, il perito incaricato della banca dovrà esaminare la documentazione dell’immobile, tra cui:

  • lo storico catastale dell’immobile: è il documento che certifica la storia dell’immobile, includendo tutti i passaggi di proprietà, le modifiche effettuate e il valore a cui  stato venduto in passato.
  • la legittimità territoriale: accerta la conformità degli impianti e dei materiali dell’immobile e che non siano presenti parti abusive o non conformi alle normative edilizie. In seguito, il perito 
  • documenti di provenienza dell’immobile: attraverso questo documento si verifica la legittimità urbanistica ed edilizia e si valuta le eventuali volture dei possessori precedenti.

L’acquirente dovrà richiedere questi documenti o agli uffici competenti o al venditore al fine di fornire delle garanzie, non solo alla banca, ma anche all’acquirente, che si assicura di acquistare un immobile senza abusivismi, senza pignoramenti e del tutto in regola con le normative urbanistiche ed edilizie; oltre a questi documenti, il perito si servirà anche dell’atto di provenienza, della planimetria catastale e l’abitabilità per definire al meglio il valore dell’immobile valutando:

  • la dimensione
  • l’età;
  • la posizione;
  • lo stato dell’immobile;
  • il contesto urbano;
  • l’esposizione;
  • il piano (se all’interno di un condominio)
  • le rifiniture

Quanto costa la perizia e chi la paga?

Il costo medio di una perizia mutuo è di 350€, costo che può variare di poco in base agli accordi tra banca e perito. Il prezzo della perizia mutuo è a carico del richiedente anche se, nella maggior parte dei casi, è la banca a provvedere al pagamento che poi si rifarà sul mutuatario o, detrarrà la cifra al momento dell’erogazione del mutuo. Il costo della perizia del mutuo infatti, fa parte dell’elenco delle spese accessorie del mutuo che la banca è tenuta a fornire affinché il richiedente sia preparato e consapevole dei costi aggiuntivi legati al mutuo.

Se invece si vuole eseguire una pre-perizia personale, bisognerà rivolgersi ad un ingegnere professionista che si occuperà della valutazione; in tal caso il prezzo può variare molto in base alla complessità della stima e ogni professionista stabilisce autonomamente il prezzo del servizio. Oltre al costo della prestazione del perito, bisognerà aggiungere il costo del giuramento del perito, in quanto egli si assume la responsabilità penale del lavoro svolto ed è consapevole che ciò che afferma acquisterà valore legale.

Tempi di perizia di un mutuo

I tempi di perizia di un mutuo sono veramente brevi (massimo 15 giorni); dal momento in cui la banca fornisce al perito la documentazione necessaria alla valutazione, quest’ultimo fisserà un incontro per il sopralluogo dell’immobile.  Durante il sopralluogo il perito si assicurerà che la planimetria nel documento corrisponda a realtà, valuterà la zona e lo stato dell’immobile. Solitamente per conoscere l’esito della perizia di mutuo dovranno trascorrere tra i 5 ed i 10 giorni. La banca comunicherà al richiedente l’esito della perizia e, se positiva, in pochi giorni potrete firmare l’atto di mutuo davanti a un notaio.

Se la perizia avesse esito negativo, invece, il mutuo non verrà concesso dalla banca. In tal caso il richiedente ha un mese di tempo per cercare un altro immobile (da sottoporre nuovamente a perizia); se nell’arco di un mese non è riuscito a trovare un immobile idoneo, la pratica sarà chiusa e per chiedere nuovamente il mutuo bisognerà fare nuovamente tutto l’iter.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: