Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Notaio

Spesso tra i non professionisti risulta difficile inquadrare la figura del notaio nella molteplicità di funzioni che esso espleta. Tracciare per grandi linee l’evoluzione di questa professione attraverso un excursus storico di carattere generale aiuta probabilmente a collocarne l’attività nel nostro ordinamento e a comprenderne meglio l’ambito di operatività in epoca odierna. Va precisato in primis che quella del notaio è una professione che nasce e si sviluppa nei sistemi di Civil Law e ad essi si lega concettualmente in maniera esclusiva non trovando assolutamente spazio nella cultura giuridica dei Paesi anglosassoni. I primi riferimenti di un’attività di tipo notarile risalgono addirittura all’epoca romana: è però durante il Medioevo, in seguito all’esigenza di adattare il testo del Corpus Iuris alle vicende giuridiche ed economiche contemporanee e a realtà territorialmente più frammentate, che trova pienamente spazio l’interpretazione analogica della legge (attraverso le antiche “glosse” di commento) e lo studio da parte di figure professionali. E’ in quella particolare necessità storica che si sviluppa il nucleo originario della figura professionale identificata attualmente con quella del notaio: ad esso viene affidato oggi il compito di ratificare formalmente il verificarsi di determinati presupposti formali e di legge e di garantire il rispetto di certi iter burocratici assumendosi piena responsabilità delle proprie verifiche. Se volete avere altre notizie riguardo i compiti del notaio potete leggere gli altri articoli presenti su questo sito.

notaio

Avvio di un’ attività: il Contratto di locazione commerciale


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito