Padma Bridge: struttura, scandali e impatto economico.

Padma Bridge Struttu...

Il 25 giugno, il primo ministro Sheikh Hasina ha inaugurato un ponte sul fiume Padma. Il ponte più lungo del Bangladesh, il Padma Multipurpose Bridge, lungo 6,15 km, segna un'importante pietra miliare nella storia del Bangladesh indipendente, poiché è un simbolo non solo della determinazione del Bangladesh, ma anche della sua crescente capacità economica e del suo sviluppo.

Intervenendo all'inaugurazione del ponte Padma, Hasina ha dichiarato: “Questo ponte non è solo mattoni, cemento e ferro. Questo ponte è il nostro orgoglio, un simbolo della nostra capacità, della nostra forza e della nostra dignità. Questo ponte appartiene al popolo del Bangladesh”.

Il piano originale del governo Hasina era quello di costruire il ponte Padma con finanziamenti esterni della Banca Mondiale, della Banca asiatica di sviluppo (ADB) e dell'Agenzia per la cooperazione internazionale del Giappone (JICA). Tuttavia, la Banca Mondiale si è improvvisamente ritirata dal finanziamento del progetto nel 2012, adducendo la corruzione di funzionari governativi. Ciò ha portato anche altri finanziatori a ritirarsi dal progetto. Ha avuto un grave impatto sull'immagine del paese e del partito al governo, l'Awami League. È stata una battuta d'arresto anche per il popolo del Bangladesh. Ciò ha spinto Hasina a optare per l'autofinanziamento del progetto nonostante economisti e politici dell'opposizione abbiano messo in guardia contro di esso. Così il completamento del Ponte Padma è diventato un simbolo di orgoglio e dignità nazionale.

Costruito con un costo di quasi 3,87 miliardi di dollari, il Padma Bridge è uno dei più grandi progetti che il Bangladesh abbia mai intrapreso. Collega 21 distretti nel sud-ovest del Bangladesh con la capitale, Dhaka, su strada e ferrovia e riduce notevolmente i tempi di viaggio.

Situato a circa 68 km da Dhaka, il ponte Padma fungerà da gateway per la regione sud-occidentale del paese e ridurrà significativamente il tempo di viaggio tra Dhaka e i principali distretti della regione, tra cui Khulna, Jashore e Barishal.

Di solito ci vogliono dalle 15 alle 22 ore per coprire una distanza di 180-300 km tra i distretti sud-occidentali e Dhaka.

Ridurrà anche la distanza tra Dhaka e il secondo porto marittimo del Bangladesh, Mongla, di 100 km.

Il potente Padma separa la regione sud-occidentale da Dhaka e le persone sono costrette a viaggiare su traghetti o lanci che fanno viaggi lenti. Le merci deperibili trasportate a Dhaka dai distretti sud-occidentali in camion spesso marciscono perché durante il lungo viaggio che a volte può richiedere 22-24 ore a causa della lunga coda nelle stazioni dei traghetti.

Secondo uno studio della Bridge Division, gestita dal governo, il Padma Bridge farà risparmiare un totale di 187.727 ore di attesa per i traghetti al giorno per 2.620 veicoli. Si stima che con l'apertura del ponte, circa 24.000 veicoli attraverseranno il fiume ogni giorno, un salto significativo rispetto agli attuali 2.620.

Mentre la situazione economica globale è cupa e i paesi della regione stanno registrando una crescita negativa, l'economia del Bangladesh è in crescita. Il Global Economic Forum afferma che il reddito pro capite del Bangladesh, che era di $ 2.260 nel 2020, salirà a $ 2.860 nel 2025. Oltre a questo progetto, il Bangladesh ha anche esteso il sostegno alle Maldive e allo Sri Lanka fornendo loro prestiti per un valore di $ 400 milioni. Il finanziamento da parte del Bangladesh del mega progetto Padma si aggiungerà ora alla sua reputazione di potenza economica in ascesa nell'Asia meridionale.

I leader della Awami League attribuiscono alla forte leadership di Hasina negli ultimi 13 anni l'emergere del Bangladesh come paese a reddito medio e i suoi altri successi economici.

Il più grande contributo del ponte Padma sarà alla crescita economica del Bangladesh. Gli economisti affermano che fornirà un aumento dell'1,3-2% annuo al PIL del paese. Quando la componente ferroviaria del ponte sarà completata, il progetto contribuirà con un altro 1 per cento al PIL. Si prevede che il contributo del progetto ponte al PIL del Bangladesh aumenterà al 5% entro il 2055.

Secondo Zahid Hossain, un economista capo della Banca Mondiale, il ponte Padma ridurrà la distanza di viaggio di 100 km per circa il 27 per cento della popolazione del Bangladesh per aumentare le imprese e l'agricoltura, con un impatto così sul PIL del paese.

Altri esperti confermano che il ponte aiuterà ad alleviare la povertà, aumentare il commercio, il turismo e l'industria e creare opportunità di lavoro nel sud-ovest del paese.

Il ponte Padma ha anche implicazioni regionali: migliorerà la connettività. Bangladesh, Bhutan, India e Nepal hanno firmato un accordo sui veicoli a motore per la regolamentazione del traffico veicolare passeggeri, personale e merci nel 2015. Il ponte Padma fornirà alla rete BBIN la connettività di cui ha bisogno.

Per il carico dal nord-est diretto a Calcutta, l'India ha da tempo adocchiato una rotta di transito più breve attraverso il Bangladesh. Durante la sua visita in Bangladesh nell'aprile 2022, il ministro degli Affari esteri indiano S. Jaishankar ha dichiarato: "L'India attende con impazienza una più forte cooperazione subregionale in materia di connettività". In una dichiarazione rilasciata all'inaugurazione del ponte Padma, l'Alto Commissariato indiano a Dhaka ha affermato che il ponte "non solo aiuterà a migliorare la connettività intra-Bangladesh, ma fornirà anche il tanto necessario impulso alla logistica e alle imprese che collegano l'India e il nostro sottoregione condivisa... Il ponte svolgerà un ruolo importante nel promuovere una maggiore connettività bilaterale e subregionale”.

Il ponte Padma dovrebbe avere un impatto anche sulla politica interna. Date le irregolarità di massa nello svolgimento delle elezioni generali del 2014 e del 2018, l'attuale governo della Awami League è privo di legittimità agli occhi di diversi paesi, compresi gli Stati Uniti. Mentre il governo Hasina è sottoposto a enormi pressioni per garantire elezioni libere ed eque quando si terranno nel 2023, un progetto di sviluppo della grandezza e dell'importanza del progetto Padma conferirà al governo legittimità dal basso.

Con domande sollevate sulla legittimità delle elezioni e sulla qualità della democrazia del Bangladesh, i leader della Awami League hanno promosso l'idea di "Meno democrazia, più sviluppo" in parlamento. Potranno considerare il progetto Padma come un fulgido esempio di tale sviluppo.

Anche se il nord-est del Bangladesh stava vacillando per la peggiore inondazione degli ultimi decenni, il governo di Hasina ha celebrato l'inaugurazione del ponte Padma in tutto il paese e ha speso una notevole quantità di denaro per questo. Chiaramente il governo vuole trarre beneficio elettorale dal completamento del ponte. Solo il tempo dirà se il Padma Bridge servirà o meno l'agenda politica ed elettorale della Awami League.

Il ponte a travatura reticolare in acciaio a doppio strato incorpora un'autostrada a quattro corsie al livello superiore e una ferrovia a binario unico al livello inferiore.

Definendolo una "meraviglia dell'ingegneria", gli esperti affermano che la costruzione del ponte è una grande impresa in quanto il Padma è il fiume più "infido e imprevedibile" dopo il Rio delle Amazzoni del Sud America.

Il Railway Major Bridge Engineering Group (RMBEG), di proprietà statale della Cina, è stato incaricato di guidare la costruzione del ponte con l'aiuto di circa 1.200 ingegneri del Bangladesh.

Con pali d'acciaio conficcati a 122 metri (400 piedi) di profondità nel letto del fiume, il ponte Padma ha il record di avere la palafitta più profonda tra tutti i ponti del mondo.

Il direttore del progetto del ponte, Shafiqul Islam, ha detto ad Al Jazeera che l'acqua che scorre a Mawa point (un'estremità del ponte) ogni 20 secondi è uguale alla quantità totale di acqua utilizzata ogni giorno nella città di Dhaka.

“Dopo Amazon, Padma ha la corrente [ruvidità nell'acqua] più forte del mondo. Quindi abbiamo dovuto optare per un cumulo che è il più spesso e il più profondo del mondo", ha detto.

Menzionando un'altra caratteristica unica del ponte, ha detto Islam, i moderni cuscinetti a pendolo ad attrito  sono stati utilizzati per supportare la sovrastruttura in acciaio e le fondamenta del molo in cemento.

"Tali cuscinetti non sono mai stati utilizzati in nessuna parte del mondo prima e possono resistere a un terremoto di magnitudo 9", ha affermato, aggiungendo che i cuscinetti del ponte possono sostenere più di 10.000 tonnellate, superando il limite di qualsiasi altra struttura al mondo.

"Inoltre, la svalutazione della valuta del Bangladesh Taka ha svolto un ruolo importante nell'aumentare i costi, poiché più della metà delle spese del progetto è stata pagata in valuta estera".

Insomma, un grandissimo investimento. Ne varrà veramente la pena? Lo vedremo solo con il tempo.

Condividi questo articolo:

Articoli simili: