Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Redazione

Le archistar fanno gola alle amministrazioni cittadine

C’è un metodo per misurare la propria fama, ovvero per capire quanto si è davvero conosciuti. Il nostro connazionale, Renzo Piano, ha saputo, infatti, che la sua firma vale 19 piani di palazzo in più rispetto a quella di un qualsiasi architetto esistente sul pianeta terra.

Tale dato che tiene conto dei valori dei progetti firmati dalle archistar, molto note oggigiorno, è stato rilevato dalla London School of Economics. L’istituto ha effettuato una ricerca per dimostrare cosa succede nelle amministrazioni cittadine. Ovvero, si è sempre più disponibili ad approvare progetti di architetti recanti firme importanti.

La scuola ha studiato i grattacieli e la tendenza del settore costruzioni nel commissionare progetti ad architetti famosi. In questo modo è più semplice ottenere il placet per creare gli edifici.

Stando alle stime, la firma di un archistar vale circa 19 piani di grattacielo in più rispetto ai progetti realizzati da architetti standard.

A Londra questa è praticamente la norma. Infatti, circa il 25% degli edifici porta il nome di un architetto famoso: ad es. lo Shard di Renzo Piano. A Chicago, invece, questa percentuale è molto più bassa, ovvero del 3%, nonostante il gran numero dei grattacieli nella metropoli americana.

La School of Economics di Londra ha rilevato che su circa 41 grattacieli, 21 sono stati realizzati dal 2000 al 2014 e ce ne sono 7 in costruzione.

I grattacieli sono una scelta ghiotta per il mercato, soprattutto se a realizzarli sono le archistar più alla moda. Continuiamo a ribadirlo: i nomi noti non dispiacciono mai alle amministrazioni locali.

Un interessante metodo di valutazione che non dispiace certo agli architetti più famosi del momento.

archistar

Professionisti: attenzione ai grattacieli in vetro


Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito