Se operi nel campo immobiliare, registra il tuo profilo. Ottieni visibilità editando contenuti!
, Roberto

Comprare casa da soli: convenienza, vantaggi e svantaggi

Chi vuole acquistare casa ha davanti a se due principali alternative. La prima è quella di acquistare l’immobile da solo, direttamente da un soggetto privato o, più generale, da una parte venditrice. La seconda è quella di rivolgersi ad un intermediario professionale, che generalmente è rappresentato dalla presenza dell’agente immobiliare.

Comprare casa da soli conviene?

Comprare casa da soli conviene? È quello che si domandano tutti coloro i quali stanno pensando di compiere tale passo, chiedendosi se tra i pro e i contro prevalgano i primi o i secondi.

Se infatti è pur vero che comprare casa da soli permette di risparmiare sulle provvigioni dell’agenzia immobiliare, è anche vero che chi opta per una transazione gestita in modo completamente autonomo deve essere ben consapevole dei rischi che si corrono, e del fatto che dovrà preoccuparsi in prima persona (o pagando un proprio consulente) delle tante problematiche che sono strettamente all’acquisto di un immobile da privato.

Senza scendere troppo nei dettagli, appare chiaro che per poter arrivare all’acquisto o alla vendita di un immobile, si debbono valutare numerose condizioni, tecniche, economiche e non solo. Bisognerà pertanto accertarsi che siano stati adeguatamente rispettati i termini di regolarità, gli obblighi di legge, i vincoli tecnici e tanto altro ancora.

Insomma, agire personalmente può essere un corposo risparmio sul proprio budget, ma richiede tempo, programmazione, conoscenze. Siamo sicuri che ne vale la pena?

Dove cercare casa da soli

Chi è interessato all’acquisto di una casa può certamente iniziare la propria personale ricerca dell’immobile calando le proprie indagini sulla zona che interessa, annotando magari i numeri telefonici indicati nei cartelli affissi sui portoni che pubblicizzano gli immobili in vendita. Naturalmente, è particolarmente prolifico anche il passaparola con gli amici, con i parenti, con le portinerie degli stabili o con i negozianti della zona, che sicuramente conoscono il quartiere come pochi altri!

Per quanto ovvio, è certamente possibile consultare gli annunci presenti sui principali quotidiani locali o sulle riviste specializzate. È poi certamente vantaggioso controllare le inserzioni su internet, usufruendo magari dei principali portali web di aggregazione degli annunci.

In quest’ultimo caso, è fondamentale cercare di assicurarsi che il soggetto che ha pubblicizzato l’offerta di vendita sia effettivamente un privato, e non un agente immobiliare sotto finte spoglie. In questo secondo caso, infatti, l’impegno all’acquisto fa sorgere il diritto alla provvigione da parte dell’agente e, dunque, i nostri sforzi per poter comprare casa da soli verrebbero vanificati.

Comprare casa da soli conviene?

A questo punto possiamo cercare di trarre le conclusioni, andando a capire se effettivamente comprare casa da soli conviene, oppure se è più opportuno rivolgersi al proprio agente immobiliare di nuova fiducia.

Una risposta univoca, in fondo, non c’è. Possiamo però fare qualche distinguo, rammentando come la compravendita in proprio possa risultare sicuramente fruttuosa e vantaggiosa quando è possibile dedicare tanto tempo a questa attività. È il tempo necessario a studiare i passaggi tecnici e contrattuali di quello che potrebbe essere il vostro acquisto più costoso, e ancora i tempi necessari per la ricerca dell’immobile e per le contrattazioni con la parte venditrice. Insomma, se ve la sentite di “sporcarvi” le mani con la compravendita e non avete tempi prestabiliti da rispettare, probabilmente comprare casa da soli conviene, eccome.

Tuttavia, negli altri casi è ben difficile affermare che comprare casa da soli convenga. L’agente immobiliare, per quanto richieda una provvigione che potrebbe apparire “salata” sia in termini assoluti che relativi, si occuperà per voi di tutte le operazioni preliminari, accompagnandovi fino al giorno della conclusione formale dell’affare.

Rischio di comprare casa da soli

In ogni caso, anche se si procede da soli, auspichiamo che chi acquista o vende casa in prima persona abbia l’accortezza di rivolgersi a un esperto consulente, soprattutto se non dispone del necessario bagaglio di conoscenze sul leggi e regolamenti, nazionali e locali, che riguardano gli immobili, e che potrebbero essere utili per poter concludere la desiderata compravendita al riparo da possibili rischi.

I rischi, peraltro, sono numerosi e particolarmente profondi, arrivando anche alla perdita dell’immobile e di tutto quanto si è pagato per lo stesso. Nel “migliore dei casi” – se così si può dire, si può andare incontro a qualche altro pregiudizio come l’errata valutazione di alcuni costi di rilievo, come ad esempio quelli del mutuo, o del trasferimento di proprietà, o magari trovarsi proprietari della casa dei propri sogni, senza rendersi conto che su di essa vi sono problemi legali difficilmente risolvibili.

Il nostro consiglio è pertanto quello di esaminare tutti gli aspetti relativi alla compravendita, e farsi assistere da un esperto di settore se si ritiene di non avere tutte le conoscenze necessarie per poter portare in porto l’operazione in piena sicurezza.

Nel far ciò, valutate con attenzione anche se convenga effettivamente fare tutto da soli, o sia meglio rivolgersi all’agente immobiliare. Il costo di quest’ultimo, in termini provvigionali, dovrà ben essere controbilanciato con l’elenco di operazioni che dovreste compiere in prima persona. Ve la sentite veramente?

comprare-casa

Consigli per comprare una seconda casa

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito